Neri Srl www.fratellibartoli.com www.tuttolivorno.it Fanfani Lonzi Rossano - Raccolta oli usati Terminal Calata Orlando www.logistictrainingacademy.it Bar 4 Mori - Livorno Pane e Tulipani2 - Livorno www.falegnamerialivorno.it/arredamenti-nautica/

Piombino punta anche alle crociere a Miami tante offerte con Livorno

11/11/2017

/admin/news/N006912_portoferraio.jpg 	PIOMBINO – La grande bellezza dell’Italia fatta anche di piccole bellezze: è il tema che il territorio di Piombino, dalla costa alla Val di Cornia, rilancia per attirare le crociere in vista del salone mondiale di Miami, forte di straordinari panorami, ma anche di quel gioiello che è la stessa città, con le vestigia che vanno dagli Etruschi ai romani, dagli Appiani agli stati dei presidi.

Nell’incontro che si è tenuto giovedì mattina in Comune, il sindaco Massimo Giuliani, affiancato dal presidente dell’autorità portuale di sistema Massimo Corsini e dal segretario generale della stessa AdSP Massimo Provinciali, ha svolto un appassionato intervento sui progetti per sviluppare un piano di accoglienza delle crociere in forte crescita.

Con il sindaco Giuliani si sono impegnati in prima persona il Tuscany Terminal Crociere con il presidente Carlo Tortai e il consigliere e nota terminalista Laura Miele, le compartecipate del Comune nella Val di Cornia e la Porto 2000 di Livorno come “fiancheggiatrice” in nome del sistema portuale. Massimo Provinciali, parlando anche come presidente protempore della stessa Porto 2000 ha ricordato che anche nel passato l’azione della società livornese di gestione delle crociere ha puntato sul territorio, spingendo sia con le compagnie di navigazione sia nei saloni di settore anche su Piombino e sulla Val di Cornia. “Considerato che a bordo i croceristi hanno praticamente tutto – ha ricordato Provinciali – è importante riuscire a proporre loro qualcosa di diverso, che li incuriosisca e li renda edotti delle specificità del territorio: in questo senso ci siamo mossi e dobbiamo muoverci, puntando sulle unicità ma anche sull’accoglienza”. Un’accoglienza che a Piombino sembra già essere stata valorizzata nel passato, visto che i questionari distribuiti ai turisti delle crociere – ha ricordato il sindaco – hanno confermato per il 70% il gradimento sul rapporto con i piombinesi e le strutture locali.

Nell’incontro in Comune sono stati ricordati i valori economici delle crociere per il territorio. Il sindaco Giuliani: ogni crocerista lascia, statisticamente parlando intorno ai 40/50 euro dove sbarca. Il presidente della Porto 2000 Provinciali: nella stagione clou per Livorno, il 2012, le crociere hanno lasciato su Livorno un milione di euro. E per Piombino le prospettive, curando l’accoglienza e l’offerta, non dovrebbero essere diverse.

Da parte sua il porto, ormai saldamente inserito nel “sistema”, ha già pronta una banchina capace di ospitare in contemporanea due grandi navi da crociera. Andrà attrezzata con una struttura ricettiva collegata alla stazione marittima, ma ci sono già progetti e impegni: Il Tuscany Terminal è attivo, vivace e sta a sua volta facendo i giusti investimenti, nella consapevolezza che anche le associazioni commerciali di categoria di Pimbino, i portuali della Compagnia e ovviamente le istituzioni pubbliche lavorano in sintonia. Due dati: nel 2015 scalarono Piombino 2 navi da crociera, nel 2016 furono 7, quest’anno solo 4 ma con più passeggeri essendo più grandi, si punta in alto, avendone tutti i numeri. La Porto 2000 da parte sua insiste nei filmati “favolistici”, che ha confermato stanno raccogliendo un buon successo sia a bordo che nelle mostre.

(A.F.)
 

TDT scialuppa nave Lorenzini Terminal
Avvisatore Marittimo Pontone Lorenzini Terminal TDT