Neri Srl www.fratellibartoli.com www.tuttolivorno.it Fanfani Lonzi Rossano - Raccolta oli usati Terminal Calata Orlando www.logistictrainingacademy.it Bar 4 Mori - Livorno Pane e Tulipani2 - Livorno www.falegnamerialivorno.it/arredamenti-nautica/

Rimorchiatori italiani in Grecia in joint venture con Gigilinis

06/12/2017

 	N006942_rimorchiatori.jpg 	SALONICCO – È in arrivo da Livorno, dove è partito lunedì, il rimorchiatore “Alfredo Neri”, primo mezzo fornito alla storica società di rimorchi greca Gigilinis Shipping  dalla joint-venture tra due delle più importanti realtà italiane dei rimorchi marittimi, la Rimorchiatori Mediterranei, la fratelli Neri e la Gesmar .

L’operazione – spiega Corrado Neri – punta a rinforzare i servizi di rimorchio nei porti di Salonicco e Kavala, scalo centrale della est Macedonia. E all’”Alfredo Neri” seguiranno prossimamente altri mezzi.

Gli impegni ad oggi sono di fornire inizialmente tre mezzi a scafo nudo. Ma nei programmi a lungo termine sono previsti presidi della nuova joint-venture anche in altri porti greci. Il closing dell’accordo è stato siglato una settimana fa a Salonicco, con l’assistenza dello studio Watson Farley & Williams

Il nuovo mercato che si apre alle società italiana dei rimorchi è uno dei più promettenti, ma è anche uno dei più protetti per l’antica tradizione della marineria greca. L’aver accettato la collaborazione con Neri, Rimorchiatori Mediterranei e Gesmar rappresenta da parte di Gigilinis Shipping un atto di coraggio e insieme un intelligente allargamento del proprio orizzonte operativo in chiave europea, anche in risposta alle trasformazioni in atto nello shipping mondiale, Trasformazioni che impongono servizi sempre più efficienti, strutturati su mezzi adeguati da parte di società con le spalle larghe.

L’”Alfredo Neri”, primo mezzo livornese a partire per Salonicco, è un moderno rimorchiatore costruito nel 2010 nel cantiere Ferrari di La Spezia, sigla IMO 9207106, dislocamento 140 tonnellate, lunghezza 27 metri per 9,1 di larghezza. La sua potente motorizzazione e la struttura dello scafo lo rendono particolarmente adatto a manovre in acque portuali ristrette, dove la visibilità assicurata dal ponte di comando totalmente vetrato sui quattro lati è un elemento altrettanto utile. Il mezzo è stato spesso protagonista di interventi con condizionidi mare proibitive anche di recente davanti al porto di Livorno. Il personale della Fratelli Neri, che sta navigando per il trasferimento,  consegnerà il rimorchiatore al personale greco una volta completato il relativo addestramento.

Fonte - La Gazzetta Marittima

TDT scialuppa nave Lorenzini Terminal
Avvisatore Marittimo Pontone Lorenzini Terminal TDT