MarterNeri www.fratellibartoli.com www.tuttolivorno.it Fanfani Terminal Calata Orlando www.logistictrainingacademy.it www.falegnamerialivorno.it/arredamenti-nautica/

Il waterfront livornese presentato a Napoli

27/05/2005

LIVORNO L'opera di riqualificazione e trasformazione urbanistica del waterfront livornese, già avviata nella zona che va dal Cantiere Navale al Porto Mediceo, proseguirà sulla restante parte del Mediceo e Fortezza Vecchia e si spingerà fino alla Stazione Marittima e alla Dogana d'Acqua.
L'intero progetto è stato presentato dall'Autorità portuale di Livorno nell'ambito del convegno 'Waterfront e aree portuali per lo sviluppo urbano, casi eccellenti e opportunità per l'Italia', che si è svolto a Napoli venerdì 20 maggio, organizzato dall'Istituto Indipendente di Studi e Ricerche, Scenari Immobiliari. L'intervento dell'Autorità portuale, rappresentata dal segretario generale facente funzioni, avvocato Matteo Paroli, e dal responsabile dell'Ufficio del Piano regolatore, dott. Caludio Vanni, è stato incentrato sui progetti urbanistici in corso di attuazione: dalla trasformazione del Cantiere Navale Fratelli Orlando in cantiere per mega yachts, a quella del Porto Mediceo e della Darsena Nuova in approdo turistico, fino all'esperienza della Società di Trasformazione Urbana che a Livorno si è dimostrata efficace; sono stati poi illustrati i progetti che saranno realizzati nel futuro più prossimo sulle restanti aree di interfaccia tra porto e città e che rientrano nel Programma Innovativo in Ambito Urbano, sottoscritto al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tra lo stesso Ministero, il Comune di Livorno, l'Autorità portuale di Livorno e le Ferrovie dello Stato.
I porti, negli ultimi trenta anni sono stati protagonisti di una trasformazione che ha visto l'abdicazione delle funzioni commerciali da parte delle zone più antiche e storiche, a favore di aree nuove sorte nei retroterra o in ogni caso vicino alle aree industriali per una piena integrazione del porto nella logistica della movimentazione della merce e dei passeggeri. Il pericolo è quello di un progressivo degrado di quelle parti di porto che non svolgono più la loro funzione commerciale ma che sono invece destinate, con un'opportuna opera di riqualificazione e di ripensamento delle loro funzioni, a diventare parti integranti e fruibili della città, punto d'incontro dei cittadini e meta per i turisti, non soltanto durante i mesi estivi, ma per tutta la durata dell'anno.

TDT scialuppa nave Lorenzini Terminal
Avvisatore Marittimo Pontone Lorenzini Terminal TDT