MarterNeri www.fratellibartoli.com www.tuttolivorno.it Fanfani Terminal Calata Orlando www.logistictrainingacademy.it www.falegnamerialivorno.it/arredamenti-nautica/

La Spezia pianifica il “sistema”

29/12/2018

LA SPEZIA – Un bilancio ricco, quello delle attività svolte nel 2018, che la presidente dell’AdSP del Mar Ligure Orientale, Carla Roncallo insieme al segretario generale Francesco Di Sarcina, ha presentato nei giorni scorsi nel consueto incontro con i giornalisti e la città.

Un risultato, tra i più importanti – ha sottolineato la presidente dell’AdSP – è la redazione del “Documento di Pianificazione Strategica di Sistema”: strumento introdotto dai provvedimenti di riforma della Legge 84/94, che delinea le strategie e gli obiettivi del Sistema Portuale, da declinare in seguito nei Piani Regolatori Portuali dei singoli scali. Il documento, redatto dagli uffici dell’Ente, coordinati dal Segretario Generale, è in corso di  trasmissione ai Comuni interessati per il rilascio dei rispettivi pareri, già in questi giorni.

La redazione del documento ha richiesto un notevole impegno e tiene conto anche di una serie di consultazioni con tutti gli stakeholders dei porti di Spezia e Carrara. Una volta pervenuti i pareri da parte dei Comuni, il documento verrà trasmesso alle Regioni Liguria e Toscana e al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per il raggiungimento dell’intesa prevista per legge.

“Si tratta del primo DPSS redatto da una Autorità di Sistema a seguito della riforma, risultato quindi di assoluto rilievo, tanto più per il fatto che non si è ricorsi ad incarichi esterni, ma il DPSS è stato redatto  internamente ”, ha ricordato il segretario generale Di Sarcina.

Per ciò che riguarda i traffici alla Spezia – ha riferito la presidente Roncallo – la proiezione a fine anno 2018 conferma sostanzialmente i volumi del 2017. Si consolida il traffico contenitori, che dovrebbe attestarsi a 1 milione e 480 mila Teu (+0,5%). I passeggeri in transito sono stati 471.652 (+3,7%), mentre quelli previsti per il 2019 saliranno a circa 750.000, con 186 scali confermati. A Carrara si conferma un trend positivo, anche grazie alla presenza di tre diversi operatori, l’ultimo dei quali, vincitore della gara bandita per l’assegnazione di parte delle banchine Chiesa e Taliercio, è operativo solo da pochi mesi. I volumi previsti ammonteranno a 2 milioni e 502 mila Ton. (+9%) con 57.000 Teu movimentati (+8,6%). Interessante anche il dato passeggeri che hanno raggiunto oltre 23.000 unità in transito (+32%). “Nel complesso, quindi, il Mar Ligure Orientale vanta risultati molto importanti, specialmente nell’ambito del trasporto containerizzato con oltre 1,5 milioni di TEU movimentati che lo pongono ai primissimi posti nel panorama della portualità nazionale”.

Il consolidamento dei volumi di traffico del 2018 si riflette anche sull’andamento delle tasse e dei  diritti portuali che anche quest’anno, sommate ai canoni demaniali, supereranno i 30 milioni di euro, con un avanzo finanziario corrente previsto  in circa 13 milioni di euro.

“Per tale motivo, ed ai fini di accrescere la competitività internazionale del nostro Sistema, si è deciso, per l’anno 2019, in via sperimentale, di ridurre l’addizionale sulla tassa portuale, che attualmente incide a carico delle merci imbarcate/sbarcate nella misura di 30 centesimi/Tonnellata” – ha detto la presidente -. L’addizionale verrà quindi portata per il prossimo anno a  15 centesimi a tonnellata”.

La Gazzetta Marittima

TDT scialuppa nave Lorenzini Terminal
Avvisatore Marittimo Pontone Lorenzini Terminal TDT